Le metamorfosi del bambino dalla nascita alla maturità terrestre

VeronaIn – 31 gennaio 2019

Relazione di Valeria Vincenti, docente del seminario promosso dall’Associazione Arte dell’Io e Umanità, che si tenuto il 26 e il 27 gennaio al Centro Studi Educativi Kèleuthos.

Il tema dell’incontro, promosso dall’Associazione Arte dell’Io e Umanità, è stato la metamorfosi evolutiva del bambino dalla nascita alla maturità terrestre. Abbiamo osservato come i cambiamenti fisici visibili nella crescita del bambino, che si mostrano attraverso fasi di allungamento degli arti, di ingrandimento del torace e di trasformazione dello sguardo, quindi del capo, sono accompagnati dalla apparizione di corrispondenti trasformazioni delle facoltà animiche del volere, del sentire e del pensare.

Il comportamento del bambino cambia attraverso fasi di apertura e fasi di chiusura, tra mondo esterno e mondo interiore. In particolare ci siamo soffermati sul primo settennio e sulla necessità di proteggere le forze costruttive del bambino, impegnate in un poderoso sforzo anabolico che lo porta a trasformare in sette anni tutte le cellule del suo corpo e a proteggerle da un’ingerenza troppo forte del mondo esterno, che arriva attraverso gli stimoli sensoriali e che, se non sufficientemente dosati, si imprimono profondamente nel corpo… (continua a leggere sul sito di VeronaIn)