L’Io impara a vivere nello spirito: i tre settenni dai 42 ai 63 anni

VeronaIn – 16 luglio 2019

L’obiettivo della propria vita dovrebbe essere quello di realizzare ciò che di unico portiamo nel mondo, avendo imparato a discernere l’essenziale dal non essenziale.

 

(…) Il settennio 42-49 vede ritrarsi le forze vitali dal sistema metabolico e delle membra ma ciò che può apparire una perdita si trasforma in una possibilità: lo spirito diviene più libero per conoscere. Il passaggio a questo settennio è spesso accompagnato da crisi biografiche, che danno la possibilità all’Io di sviluppare un nuovo sguardo sugli eventi, quali il lavoro, la coppia, le relazioni, il rapporto con sé stessi. Si è confrontati con la ricerca del vero: stiamo veramente facendo ciò che sentiamo vero nella nostra vita o stiamo ricoprendo un ruolo? In particolare il settennio è stato osservato prestando attenzione alla realtà fisica, ai ritmi nella vita, alle relazioni, all’Io e agli ideali della verità, amore e libertà. (continua a leggere sul sito di VeronaIn)