L’arte di vivere: siamo ciò che pensiamo di essere

VeronaIn – 14 ottobre 2019

Noi determiniamo noi stessi e il nostro andare nel mondo. Il coraggio delle nuove iniziative sorge quando l’abbiamo preparato con pensieri nuovi e li abbiamo calati nella realtà con fantasia creatrice.

Per salute non intendiamo solo la salute fisica, ma anche quella dell’anima, del nostro mondo interiore e dello spirito che sono in stretto rapporto con quella, conseguente, del corpo fisico. Abbiamo potuto osservare e condividere come caratteristico del nostro tempo storico sia il confrontarsi con un mondo in cui il rapporto con la natura e la terra, con l’essere umano e la relazione, con un elemento che riconosciamo superiore e che può esserci di ispirazione e di orientamento, sia messo a rischio. Le relazioni umane spesso sono frettolose e lo spazio per il vero incontro con l’altro è ridotto a causa delle nostre vite frenetiche, il contatto con la terra è manchevole, spesso fin dai primi anni dell’infanzia, momento in cui il bambino per una sana crescita futura avrebbe grande bisogno di esservi in rapporto, la tecnologia sostituisce rapporti, dialogo, contatto, e anche dal punto di vista fisico ci toglie forze e spesso non ne siamo consapevoli. Assistiamo a cambiamenti di grande portata intorno a noi, quelli climatici e quelli sociali per esempio, in essi ci sentiamo come sospinti e magari non li abbiamo decisi noi stessi, non è ciò che sceglieremmo se fossimo interpellati. (continua a leggere sul sito di VeronaIn)